From Facebook

3 days ago

Liguria Pride

Camminata #noddlpillon NON UNA DI MENO - Genova ... See MoreSee Less

View on Facebook

5 days ago

Liguria Pride

Agedo Genova una della associazione che fanno parte del nostro Coordinamento, l'associazione che sta vicino ai figli e alle figlie, perchè è formata dai genitori di persone lgbt. Anche noi ci saremo il 10 novembre al convegno alla Berio.

www.liguriapride.it
... See MoreSee Less

View on Facebook

2 weeks ago

Liguria Pride

Formazione by Fiorello al Coordinamento.
Stiamo lavorando per voi!
... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

I racconti dell'ancella. Dalla cattedrale ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Il racconto dell'ancella 2018 il seguito ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Il racconto dell'ancella 2018 The Handmaid's Tale NON UNA DI MENO - Genova ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Assemblea NON UNA DI MENO - Genova ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Perché tutte la famiglie hanno pari dignità ... See MoreSee Less

View on Facebook

3 months ago

Liguria Pride

Non accettiamo politiche sulla pelle dei nostri figli e delle nostre figlie ... See MoreSee Less

View on Facebook

3 months ago

Liguria Pride

COMUNICATO STAMPA COORDINAMENTO LIGURIA RAINBOW



I CONTI DELLA SERVA (CHE FU SUPERBA)

La polemica sulle spese per il Costa Zena Festival e l'esempio del Liguria Pride





Nella polemica estiva sui costi del "Costa Zena Festival" (la giornata di festeggiamenti per i 70 anni di Costa Crociere), nella quale la giunta del Comune di Genova Marco Bucci per Genova nega i conti documentati dalla sua neo ex assessora alla cultura e al marketing Elisa Serafini, il Sindaco Bucci rischia di dover fare i conti con le carte.

Ricordiamo che già in passato sulla vicenda della fascia tricolore quando si è trattato di affrontare la verità il Sindaco Bucci se l'è cavata evitando di rispondere ai giornalisti.

Nel comunicato stampa di ieri, giovedì 2 agosto 2018, per caso o perché ancor gli duole, troviamo citati i costi sostenuti dal Comune per il Liguria Pride in una lista alquanto disorganica, assieme allo scivolo di Costa e al derby di calcio cittadino.



Rileviamo con piacere che dopo aver giudicato il Liguria Pride "offensivo e divisivo" il Sindaco ora lo ricomprenda negli eventi più importanti della Città o di rilevanza pubblica. Non ci sfugge però l'uso strumentale dell'inserimento dei costi, limitati, del Liguria Pride in questa polemica, volto esclusivamente a giustificare l'elevata spesa sostenuta per un evento di promozione di una azienda privata quale Costa.

Ma che c'entra il Pride con un incontro di calcio, dove le associazioni sportive guadagnano enormi cifre tra abbonamenti, biglietti, diritti televisivi e sponsor?



Di nuovo a questa giunta sfugge un aspetto non secondario: la legge e la Costituzione. Il Testo Unico di Pubblica Sicurezza (e suoi aggiornamenti) distingue chiaramente tra manifestazioni di tipo culturale e di spettacolo da una parte e manifestazioni politiche e sociali dall'altra, prevedendo che i costi legati all'odine pubblico ecc., per le prime siano a carico degli organizzatori mente per le seconde non debba essere addebitato alcun onere; la Costituzione all'art. 17 che sostiene il diritto dei cittadini di manifestare in luogo pubblico e il possibile divieto spetta alla Questura per comprovati motivi di sicurezza.



Confondere DIRITTI con PROFITTI fa credere che l'idea di rilancio della nostra città sia precaria e fuggevole. Fondata sulla moda del momento e pronta a bruciarsi in breve tempo per passare presto ad altro, lasciando dietro di sé le ombre di eventi non più memorabili e le rovine del paesaggio, dei monumenti storici, degli spazi di vita e cultura ai quali ilmarketing molto spesso non porta rispetto. E nessun rispetto per diritti ed inclusione, che se non fanno audience non hanno merito di essere presi in considerazione.

Noi tutte e tutti abbiamo manifestato per i diritti delle persone LGBT e per la libertà da stereotipi e modelli che precludono la libertà di espressione di ogni singola persona; lo abbiamo fatto a spese nostre e senza alcun profitto individuale, ma crediamo che vi abbia guadagnato una comunità (genovese e ligure) in termini di sicurezza, libera espressione e solidarietà.



Auspichiamo che un giorno non lontano il Liguria Pride venga riconosciuto dalle istituzioni per quello che è: un importante momento culturale e sociale, una festa laica e inclusiva dove i diritti diventano una nuova base per la partecipazione e la condivisione civile, dimostrando che l'impegno politico e sociale non sono oscure materie, ma possono invece dare lustro al territorio e alle persone che lo popolano.

www.liguriapride.it/wordpress/i-conti-della-serva-che-fu-superba/
... See MoreSee Less

View on Facebook

4 months ago

Liguria Pride

La pagina de “I sentinelli di Milano” è stata rimossa da Facebook. Una pagina di cultura, impegno civile e politico, attiva nella difesa dei diritti. Segnaliamo in massa questo abuso a Facebook tramite mail e condividiamo il messaggio! ... See MoreSee Less

View on Facebook

4 months ago

Liguria Pride

Vi invitiamo a partecipare a questo interessante incontro che si terrà il 19 luglio con la Dott.ssa Daniela PittalugaConferenza di giovedì 19 luglio 2018 Interviene Daniela Pittaluga, psicoterapeuta ... See MoreSee Less

View on Facebook

4 months ago

Liguria Pride

Corteo Antifascista 30 giugno #genova #allertamassima ... See MoreSee Less

View on Facebook

4 months ago

Liguria Pride

Le bandiere di Liguria Pride sventolano al corteo antifascista del 30 giugno! Vi aspettiamo!! Tra poco la partenza dalla stazione marittima 🌈✌🏻 ... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

ALLERTA MASSIMA! ... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Servizio fotografico realizzato dagli allievi del corso di fotografia tenuto da Valentina Fusco:

Stefania Frixione
Luisa Siccardi
Giovanni Del Tin
Valeria Grasso
Mariantonietta Simonetti
Mariana Zamora
Ada Caldano
Valentina Fusco
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Intervista di Ilaria Gibelli😍😍😍😍😍😍😍

Babboleo News
L’intervista con Ilaria Gibelli, presidente del Coordinamento Liguria Rainbow
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Liguria Pride 2018 Serena Taccetti ... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Il discorso di Marilena Grassadonia al nostro Pride. Grazie per essere venuta con noi,le tue parole emozionano sempre.
Con un bambino speciale.
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

I premi della riffa si possono ritirare il prossimo lunedi 25 giugno dalle 1930 alle 22 30 in via di mascherona 21 rosso nella sede del Coordinamento Liguria Rainbow. Per maggiori informazioni chiamare il 3396713868.

Di seguito riportiamo i numeri. Vincenti in [ordine premio]
[ ] 15 - 406
[ ] 14 - 748
[ ] 13 - 292
[ ] 12 - 1082
[ ] 11 - 528
[ ] 10 - 232
[ ] 9 - 39
[ ] 8 - 948
[ ] 7 - 138
[ ] 6 - 1055
[ ] 5 - 375
[ ] 4 - 104
[ ] 3 - 760
[ ] 2 - 1116
[ ] 1 - 444
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Le parole di Cecilia Strada sabato al nostro Liguria Pride

In questi giorni io ho in mente due cose: la prima è questa…la prima, non so perché, ma continua a tornarmi in mente la lapide di Leonard Matlovich, andatela guardare se non la conoscete, Leonard Matlovich era un soldato americano, era un soldato pluridecorato dell’esercito americano. È morto nel 1988 sulla sua lapide ha voluto un triangolo rosa e ha voluto questa scritta che dice “ Un veterano del Vietnam gay. Quando ero nell’esercito mi hanno dato una medaglia per aver ucciso due uomini e mi hanno dato il congedo per averne amato uno” e questo paradosso, questo paradosso di un mondo che ti dà una medaglia se ammazzi qualcuno e ti dà il congedo se ami qualcun altro è per me un po’ l’immagine del paradosso in cui stiamo vivendo in questi giorni in italia, in questi mesi in italia, con questo clima in italia. Stiamo vivendo in un paese che applaude chi respinge le donne, i bambini, gli uomini in mezzo al mare però punta il dito contro le Famiglie Arcobaleno, colpevoli soltanto di amare i loro figli. Stiamo vivendo in un paese che si dedica a farsi la guerra tra poveri, tra gli ultimi e i penultimi e mentre gli ultimi e i penultimi sono occupati a scannarsi, i primi continuano a sfruttarli. Stiamo vivendo in un paese che preferisce concentrasi sul capire “Come li mandiamo a casa loro gli sfruttati?”, senza preoccuparsi di “Come mettiamo in galera chi li sfrutta, come mettiamo in galera gli sfruttatori?”. E allora è un po’ questo, un mondo rovesciato; è passato tanto tempo da quando Matlovich era nell’esercito, abbiamo fatto dei passi avanti, e abbiamo fatto dei passi indietro, gli ultimi anni sono la storia di tre passi avanti e un passo indietro, poi due passi avanti e poi uno indietro…e quindi che fare? E allora la seconda cosa che ho in mente, forte, in questi giorni è…se fosse qui oggi che cosa ci direbbe il Gallo, che avrebbe compiuto 90 anni. E secondo me il Gallo ci direbbe “Datevi una mossa, ragazzi!”. Forse ci darebbe anche un paio di strattoni, magari un amorevole calcio in culo, se pensiamo anche solo per un momento di dire“Vabbè dai, ormai tutto è perduto, facciamoci i fatti nostri” E probabilmente ci darebbe dei calci in culo anche se ci limitassimo a combattere per un diritto e non per tutti gli altri, perché in questo momento ragazzi chi lotta contro i diritti sono una squadra unica, sono saldati, sono alleati, fate caso come tutto si portano a braccetto nelle discriminazioni. Vi faccio un esempio banale ma sicuramente vi capiterà quando pubblicate certe cose “divisive” sui vostri profili social che arriva quello che parte e ti insulta e in una sola frase riesce a metterci dentro “Ti piacciono gli immigrati, portateli a casa tua, così almeno ti scopano visto che sei un cesso ma poi lesbica come sei, chi vuoi che ti prenda???” E tu dici…”Aspetta, fermati un attimo, fammi capire…fammi capire…” ma questo è indicativo del fatto che le cose vanno insieme, una discriminazione se ne tira dietro un’altra. La cosa bellissima dei diritii invece è che alcuni diritti fanno la stessa cosa, un diritto se ne porta dietro un altro: allora, secondo me, il nostro compito oggi è guardare i diritti, tutti i diritti. Partiamo da uno, però poi andiamo avanti con l’altro. Facciamo una staffetta, passiamoci il testimone ma stiamo uniti perché gli altri, quelli che ci vogliono togliere i diritti, sono veramente uniti, sono forti, hanno più soldi di noi, hanno più potere di noi, hanno un ufficio stampa forse migliore del nostro, non lo so…ma su questo non sono sicurissima…ma si fanno sentire più di noi, noi dobbiamo incominciare a farci sentire più di loro, e riprenderci pezzo dopo pezzo i diritti che ci hanno tolto e andare a guadagnarci quelli che ancora non abbiamo, tutti insieme. E io penso che sì, il Gallo ci direbbe “Ragazzi ma cosa state ancora lì a lamentarvi del nuovo governo? siete ancora lì a lamentarvi? datevi una mossa vah!” emhh forse ci direbbe così “E quindi diamoci una mossa!”

Cecilia Sarti Strada
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

COMUNICATO STAMPA



Dopo la splendida giornata di sabato, ringraziamo di cuore tutti e tutte coloro che hanno marciato, con entusiasmo e rispetto, per la difesa dei diritti delle persone LGBTI, con uno sguardo ampio ai diritti del lavoro, dei/lle migranti, delle donne.



Non ci dimentichiamo certo di ringraziare anche il sindaco Marco Bucci per Genova che, con la sua ostinata e irragionevole contrarietà al gratuito patrocinio, ha sicuramente spinto centinaia e centinaia di genovesi a difendere il Liguria Pride. Nel ringraziarlo ci preme rammentargli che il Pride è una manifestazione politica, come il corteo del 25 aprile, o le manifestazioni sindacali, tutelata dall’articolo 17 della Costituzione e dal T.U.L.P.S. e pertanto NON è soggetto ad alcun onere per gli organizzatori. Che si sappia che l’amministrazione ha persino provato a mandarci fattura, per poi accorgersi di aver sbagliato e rettificare di conseguenza.



Ci colpisce l’arroganza di una giunta mantenuta da cittadini e cittadine, che si permette di trasformare un dovere di legge in una sorta di personale concessione. La stessa arroganza espressa dal sindaco quando, interrogato circa la possibilità dell’iscrizione anagrafica dei figli e delle figlie delle famiglie arcobaleno, ha “promesso” che, in caso di legge nazionale, l’avrebbe applicata. Sindaco, queste non sono promesse, ma doveri istituzionali.



Riguardo la questione dell’ “esame” (il Sindaco aveva comunicato che il Liguria Pride sarebbe stato un "osservato speciale" quest'anno per eventuale valutazione di patrocinio per il 2019 da parte del Comune) diciamo che come inizio non è buono: è davvero preoccupante che Bucci possa pensare di dire che sia un’amministrazione a dover giudicare i suoi cittadini/e, in contrasto con l’ABC della democrazia che dice che è il cittadino che vota e valuta l’azione politica di chi è eletto.



Un anno fa, appena insediato, il sindaco disse che non avrebbe mai patrocinato una manifestazione LGBTI come il Pride. Anche noi, con un anno di anticipo, possiamo affermare che il patrocinio di questa giunta non ci interessa: multe ai più poveri, sottostima rispetto a gravissime prese di posizione antisemite e al proliferare di associazioni di estrema destra in città, indifferenza verso violente campagne contro la libera scelta delle donne e il diritto alla interruzione volontaria di gravidanza, maldestri patrocini ad associazioni neofasciste.



Valuteremo nei prossimi mesi le azioni politiche della giunta, e se vedremo un miglioramento…
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride
View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

E' arrivata l'onda dei 10.000
#allertarainbow
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Il sostegno di Monica Cirinnà per il Liguria Pride! L’Italia che non c’era ora c’è e quella che ancora manca presto arriverà!
Grazie!!
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Discorsi finali ... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Ed eccoci a De Ferrari, 10000mila persone in marcia. La meterologia non ha sbagliato: migliaia di arcobaleni luccicanti in uno splendido cielo azzurro. Ci hanno definito offesivi, ma abbiamo visto solo abbracci e sorrisi. Ci hanno detto divisivi, ma il nostro #liguriapride2018 è la casa di tutti e tutte. Abbiamo portato in piazza l'antifascismo dei sentimenti, con il nostro stile fatto di allegria, rispetto e condivisione. Liguria Pride vuole dire famiglia, perché nessuno/a resti indietro.

#allertarainbow #offensiviedivisivi
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Siamo oltre 10000!! Il fiume Arcobaleno in piena in via Venti Settembre. #allertarainbow? Nessun pericolo, è un fiume d’amore che abbraccia la città, un fiume che collega tanti mondi, che nutre la libertà di pensiero. Un fiume di più di 10000 persone, che vogliono un mondo migliore dove nessuno/a resti indietro.

#liguriapride2018 #offensiviedivisivi #allertarainbow
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Arriviamo a Piazza Portello con tante emozioni, il brivido di oltre 6000 voci sotto la cupola delle gallerie. Siamo sempre di più. Voci che chiedono diritti: matrimonio egualitario, riconoscimento dei figli alla nascita, autoderminazione per le persone transessuali e intersessuali. Il nostro canto libero siamo noi!

#liguriapride2018 #allertarainbow #offensiviedivisivi
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride
View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Siamo in via Balbi adesso, una incredibile folla multicolore, almeno 4000 persone tra grandi e piccoli/e, con in testa il trenino delle Famiglie Arcobaleno. Qualcuno dice che non esistiamo... facciamogli vedere quanti/e siamo!!

#liguriapride2018 #allertarainbow #offensiviedivisivi
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Già alla partenza più di 3000... oggi siamo proprio tanto/e! Grazie Liguria!! 🏳️‍🌈❤️ ... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Grazie a Paolo Colombo per averci regalato la bandiera del Tel Aviv Pride! In un momento in cui la comunità ebraica è sotto attacco anche nella nostra città, ci sembra un fondamentale gesto di solidarietà. Grazie a Filippo Biolé per la importante campagna di sensibilizzazione di cui si è fatto promotore e che abbiamo sostenuto con convinzione! La trovate qui sotto: firmiamola in massa!! 🏳️‍🌈❤️

www.facebook.com/1628224273/posts/10214946686973833/

#allertarainbow #liguriapride2018 #offensiviedivisivi
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Non siamo ancora partiti/e e siamo già moltitudine! Centinaia e centinaia di persone. Liguria Pride cresce nei numeri e nel cuore. Il sole è caldo, il cielo sereno, oggi la Liguria è tutta arcobaleno!

#liguriapride2018 #allertarainbow #offensiviedivisivi
... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

ALLERTA RAINBOW!!! ... See MoreSee Less

View on Facebook

5 months ago

Liguria Pride

Grazie @gelatina ... See MoreSee Less

View on Facebook