From Facebook

5 hours ago

Liguria Pride

Caricate le foto di ieri sulla app eachshoot codice allertarainbow ... See MoreSee Less

View on Facebook

6 hours ago

Liguria Pride

Ecco il primo Patrocinio! Scritto con la P perchè viene dal cuore.
D'ora in poi uno/due al giorno sino al 15 giugno
#coloratacena #offensiviedivisivi #liguriapride2018 #allertarainbow
... See MoreSee Less

View on Facebook

19 hours ago

Liguria Pride

Per il quarto anno in tantissim* riempiamo le piazze di Genova di gentilezza e colore per la giornata internazionale contro l’omofobia/transfobia!
#coloratacena #offensiviedivisivi #liguriapride2018 #allertarainbow
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 day ago

Liguria Pride

#ilpatrociniosonoio Il Sindaco e la Regione non ci hanno dato il patrocinio per ColorataCena e per il Liguria Pride, ma il patrocinio siamo tutti noi insieme a cui stanno a cuore i diritti di tutti e non di alcuni, sono gli amici che partecipano, le famiglie, tutti coloro che credono in un mondo che non sia diviso dai pregiudizi e dal rancore. Così chi vuole, oggi alla ColorataCena può dirlo facendosi fare una fotografia come questa che pubblicheremo poi di giorno in giorno sino al 16 giugno p.v. Ci troviamo lì, venite e fatevi fotografare!

#buccinonèmiosindaco #Liguriapride2018 #Allertarainbow #offensividivisivi
... See MoreSee Less

View on Facebook

2 days ago

Liguria Pride

Vi ricordiamo che per la serata di domani e per il Liguria Pride avrete a disposizione gratuitamente la app Eachshoot per condividere le vostre migliori foto ad alta definizione!
Ci aiuterete a creare una galleria di momenti indimenticabili e potrete vedere gli scatti dei vostri amici per non perdervi neanche un ricordoNoi crediamo che ogni momento che passiamo insieme alle persone che amiamo sia speciale.
Facciamo selfie, ci mettiamo in posa e pubblichiamo i nostri scatti più belli per condividere questi momenti con i nostri amici e renderli indimenticabili.
La condivisione è il principio che ha ispirato lo sviluppo della app Eachshoot, che vuole essere un luogo virtuale di incontro per tutti, senza giudizi o pregiudizi.

Partecipa insieme a noi alla ColorataCena e al Liguria Pride 2018.
Gli scatti più belli verranno selezionati per rappresentare gli eventi del prossimo anno.

Liguria Pride
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 week ago

Liguria Pride

grazie ad Alessio Verardo Foto per le foto!!grazie ad Alessio Verardo Foto per le foto!! ... See MoreSee Less

View on Facebook

1 week ago

Liguria Pride

Grazie a tutte e tutti per aver contribuito al successo della serata, partecipatissima e coinvolgente. Abbiamo condiviso le risate, le chiacchiere, il cibo, ed anche le lacrime e le forti emozioni per la musica, le parole, la danza.

E' stato un evento che ha dimostrato che è possibile lottare contro le ingiustizie ed essere inclusivi, e celebrare la diversità in qualsiasi forma si manifesta. E infatti abbiamo preso in prestito le parole di Audre Lorde, nera, lesbica, madre, guerriera, poeta, perché come ha scritto, il "mio potere di donna consiste nel definire me stessa e non farmi definire dall’esterno". Nera, lesbica, madre, guerriera, poetaperché "non esiste una battaglia monotematica, perché noi non viviamo vite monotematiche".

Vogliamo ringraziare particolarmente la presentatrice Laura Tonelli; le/gli artisti Susanna Gozzetti, @Giuliana Cangemi , Angelo Maffia, @Maria Iside Fiore , Zahydeè Barreto, Camilla Rossi; Pino Petruzzelli, Vittorio Attanasio, Mario Principato, Fabrizio Cosmi, Valentina Bosello, ideatrice che non si è sottratta a spostare tavoli e sedie; Gianni Pastorino, che ha trovato contatti e coperto qualche spesa; Claudia di Possibile 5.0 - Genova, che ha lavorato tutta la sera a gestire i piatti, il gruppo Eventi del Coordinamento Liguria Rainbow; Domenico Megu Chionetti della Comunità San Benedetto al porto; le Associazione Princesa, per la bella piazza Don Gallo e in particolare Rossella Bianchi e @Ursula per l'aiuto logistico; Alessio Verardo Foto, per le 100 fotografie scattate durante la serata; Silvia Pastore, perché ha coordinato e macinato chilometri (anche contromano) per far funzionare tutto; Elena Cartata, che ha cucinato per due giorni; Fra Rojas della comunità lgbti ecuadoriana che ci ha fatto conoscere i pasticcini salati e la signora di Dolce Mania che li ha cucinati per noi; infine tutte e tutti coloro che sono venuti, sono stati bene con noi e che contribuiscono con la loro testimonianza a migliorare la città.


#allertarainbow

#offensiviedivisivi

#liguriapride2018
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 week ago

Liguria Pride

Ciao amici e amiche 🌈 domani alle 11,30 al Teatro della Tosse c'è la conferenza stampa del LIFE FESTIVAL rassegna di teatro e incontri sul tema LGBTQIAP Sarebbe bellissimo se la stampa vedesse che la nostra comunità è unita e partecipe. Siete tutti invitati. Facciamogli vedere chi siamo ❤ ... See MoreSee Less

View on Facebook

4 weeks ago

Liguria Pride

Troppi, una folla troppo eterogenea, ma unita da un unico credo: la libertà di essere sè stessi.
Talmente uniti da essere divisivi ed offensivi.
#liguriapride #offensiviedivisivi #allertarainbow
... See MoreSee Less

View on Facebook

4 weeks ago

Liguria Pride

Un eccesso di colori ed allegria, troooppo divisivo!
#liguriapride #offensiviedivisivi #allertarainbow
... See MoreSee Less

View on Facebook

4 weeks ago

Liguria Pride

Troppo teneri, troppo felici, ma come si permettono!
#liguriapride #offensiviedivisivi #allertarainbow
... See MoreSee Less

View on Facebook

4 weeks ago

Liguria Pride

Troppo allegre, troppa allegria rende indecenti, offensive e divisive. Jorge da Burgos insegna.
#liguriapride #offensiviedivisivi #allertarainbow
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 month ago

Liguria Pride

Grazie!!Il Comune di #Genova ha detto NO.
Il Municipio Ponente ha detto SI.
#liguriapride #pride
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 month ago

Liguria Pride

E da oggi sino al giorno del Pride, apre la nostra rubrica #offensiviedivisivi per il #liguriapride. Visto che il sindaco Bucci si è detto colpito dalla natura offensiva e divisiva dei comportamenti tenuti durante i pride liguri, facciamogli un po' vedere che cosa succede davvero!
Mandateci foto, postatele dalle vostre pagine, taggate amici e amiche qui sulla nostra pagina e sulle vostre pagine personali, raccontateci le vostre storie.
Vi aspettiamo il 16 giugno al Liguria Pride 2018 #allertarainbow!

istruzioni: usa i tag #liguriapride #offensiviedivisivi #allertarainbow e tagga Marco Bucci per Genova e Liguria Pride

non mettete la foto qui sotto ma sulla nostra e vostra pagina!

Regione Liguria Comune di Genova Elisa Serafini Arianna Viscogliosi
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 month ago

Liguria Pride
View on Facebook

1 month ago

Liguria Pride

Gli offensivi eventi del Coordinamento! ... See MoreSee Less

View on Facebook

1 month ago

Liguria Pride

il nostro comunicato sulla vicenda "Il Ramo d'Oro" ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Alle 11 circa saremo in diretta su Radio Babboleo per parlare di Pride e soprattutto di diritti! ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

ecco la nostra lettera aperta al Sindaco. ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Perchè i diritti non sono nè di destra nè di sinistra, ma fanno parte di una società inclusiva e civile, opporsi alla loro affermazione è un atteggiamento che non prende atto della realtà in cui viviamo ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride
View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride
View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

prossima riunione 23 marzo alle 20, invitiamo tutti e tutte a venire, i giovani e le giovani sopratutto! ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Sabato 17 marzo 2018 tutto esaurito al Teatro Altrove per “1Night4Pride”

BELLISSIMO ARTICOLO DI Eliana Quattrini

SORPRESA: C’È UNA WOODSTOCK AL FEMMINILE
Chiara Figari & Friends protagonisti di una serata piena di talento
GENOVA - Capisco che possa sembrare strano o esagerato, ma sabato scorso si è svolta
una Woodstock femminile all’Altrove. Riunite da Chiara Figari, dieci artiste (tra cui un
solo uomo, per cui per una volta vale rovesciare la regola grammaticale sull’accordo,
tanto più che era una serata organizzata da Lesboeventi e dal Coordinamento Liguria
Rainbow in vista del Liguria Pride, il prossimo 16 giugno) – hanno cantato e suonato
dimostrando ancora una volta quanto talento gira da queste parti e quanti modi abbia
per esprimersi.
Prima di scendere nel dettaglio occorre dare il giusto peso a un’atmosfera perfetta per
fare nascere opere che rimangano davvero. Sul palco (e in sala: tutto esaurito) c’era
qualcosa che da soli non si può ottenere: un ambiente. Un contesto che consente non
solo l’espressione, ma lo scambio di idee e il confronto. Humus necessario per la
crescita individuale, dove i momenti minori o maggiori si influenzano a vicenda. È
andata così per tutte le cosiddette scuole (musicali, poetiche, d’arte visiva), in cui a
posteriori spesso è difficile definire ruoli e rintracciare primati autoriali, proprio perché
le invenzioni si sono nutrite di un ambiente. Fervido ma fluttuante.
Tutto questo non ha niente a vedere con il successo, ma può capitare. All’Altrove
nell’aria c’era molta simpatia, probabilmente anche qualche rivoli di competizione, ma
gestita con una naturalezza non ingombrante. Ognuno ha fatto il suo. Anche una
bottiglietta d’acqua che sul palco girava, girava e alla fine è caduta rovesciandosi (senza
conseguenze) vicino ai cavi. Chiara Figari è l’anima della serata, si è messa al centro e
ha riunito i suoi amici, duettando con la maggior parte. Alle sue spalle, regista in
pectore, c’è Cristina Cavalli, attrice di razza (Herlitzka, Gerzy Stuhr, Bread&Puppet,
Mario Scaccia, Gregoretti, Flavio Bucci, “Angeli e soli” dell’Archivolto in epoca gloriosa,
Benno Besson). Cavalli interviene, sorveglia il ritmo della scaletta e suona il kazoo.
Tanto minuta quanto carica, Figari apre il concerto con “Belin che belle scarpe”,
accompagnata dal fratello al basso e dal nipotino Guido. Il bambino ha debuttato,
sorridente e preciso, seduto dietro a una piccola batteria su misura, confortato dal tifo
del pubblico poi salutato con un inchino. Figari scrive canzoni dal 1995 e ha inciso un
disco che porta proprio il titolo di questo brano. Descrive la sua vita, in cui magari
perdona ma vede tutto, e spesso lo esorcizza senza scampo con un’ironia rivolta al
mondo in italiano e in genovese. In questo cono di luce è caduto il protagonista di
“Grazie Giuseppe”, che l’avrà pur lasciata ma ora rischia di essere seppellito sotto le
risate multiple scatenate dalla hit.
Via i parenti, Chiara ha proseguito con la bassista Manuela “Paruru” Perdelli, in tenuta
sportivissima da climber. Tra le canzoni più divertenti hanno suonato “T’ei bellu”,
“Interstellar”, “Giorno Maffo”, “L’ombrello”, cambiando tono con l’intima “Come se
niente fosse”, dedicato alla madre e al dolore della perdita. Alla sua voce si sono unite
Rosaleen Lodigiani, Arianna Giuliano, Stefania Parisi, Cristina Cavalli e Simona Ugolotti.
Con Rosaleen, Chiara ha cantato “Tonga”, scritta insieme sulla spiaggia di San Giuliano,
sognando di vedere la prima alba del nuovo millennio proprio nell’isola dove si dice
arrivi il primo raggio di sole. Una ballata allegra, il gioco riuscito fra due amiche. Poi
Figari ha lasciato il palco a Rosaleen (elegante, in abito lungo a grandi disegni) e al
chitarrista Massimo Ceravolo, musicista d’eccezione. Momento di grande classe, un jazz
fine e sensuale. Due canzoni: “Why don’t you do right?” (firma canora di Jessica Rabbit,
femme fatale) e “Trees” (di Lodigiani Fieschi, inserito nell’album “Opinions”). Puro
velluto.
Il duo Figari-Giuliano vira su accostamenti forti, equilibrati in virtù di una grazia decisa
(piume e fil di ferro) in cui ha un ruolo fondamentale Arianna, che canta e fischia come
un usignolo. In un veloce viaggio da Nord a Sud, cantano “Lili Marleen” e uno stornello
romanesco tratto dal repertorio della grandissima Gabriella Ferri.
Ventata di puro rock con Cristina Nicoletta, che inizia con “Stranone”, seguita sul palco
da Sabrina Napoleone che canta “Gloria” di Patti Smith. Il pubblico chiama il bis,
Nicoletta si scatena con “Piece of my heart” di Janis Hoplin e viene giù il teatro. Voci
ruvide, aggressive, potenza esaltata da brevi, delicati pianissimo. Napoleone e Nicoletta
hanno fondato l’associazione Lilith con cui ogni anno organizzano l’omonimo festival (nel
2018, il 14 e 15 luglio al Porto Antico) e sono in uscita con un nuovo disco. Una colata di
acciaio fuso.
Stefania Parisi sala sul palco dopo questo ciclone e confessa il suo tremore. Anche così
porta di nuovo in vita le denunce di Tracy Chapman, “Talkin’ ‘bout a Revolution”, con
uno stile giusto, la chitarra al collo e una bella voce, già prestata a tanti cori. Anche
Simona Ugolotti è salita e scesa tante volte dal palco, portandosi dietro una verve
cabarettistica: caschetto da cantiere, suona un tubo flessibile con una spazzola. Tutto
giallo. Quando viene il suo turno da solista canta “Susanna si fa i ricci”, accompagnata
alla chitarra da Chiara Figari, che ha presentato, abbracciato e ringraziato ogni amico
intervenuto. Ugolotti chiacchiera e intanto spiega la scelta di un brano popolare, che
con la litania dei ritornelli trasmette l’abitudine radicata alla violenza sulle donne. Si
ride e si pensa alla filastrocca ripetuta dalle bambine di tante generazioni. Il caschetto
giallo è un segno di ridanciana ribellione.
Chiudono Figari e Cavalli con Cochi e Renato, “La canzone intelligente”. Poi foto di
gruppo e applausi a non finire. Siamo alla mezzanotte e il buio è pieno di musica.
ELIANA QUATTRINI
... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride
View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Grazie a Chiara Figari! ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Prossima riunione pre pride, venerdi 23 alle 19! ... See MoreSee Less

View on Facebook

2 months ago

Liguria Pride

Un grazie infinito a chi c'era e a chi ci ha aiutato che non riusciamo a taggare! ... See MoreSee Less

View on Facebook