La Campagna

GENOVA BETTER THAN THIS

La calda voce di Bryan Ferry, solista dei Roxy Music, nei primi anni ’80 cantava “More than this, you know there’s nothing” (più di così – si sa – non v’è nulla). Forse non è questa la fonte d’ispirazione dello slogan promozionale “Genova More than this”, ma il Coordinamento Liguria Rainbow ha pensato di superare (o meglio, di sovvertire) la campagna genovese, intitolando il LiguriaPride 2019 con il motto Genova Better than this.

Perché non è questione di fare qualcosa in più, di aggiungere un evento a fianco di quelli disponibili, di avere un diritto in più lasciando invariato il quadro normativo.

Non vogliamo una semplice moltiplicazione di ciò che è noto (che significa ripetizione della forma che resta però sempre uguale a se stessa) o la giustapposizione delle idee (che significa accostamento, senza che vi sia contaminazione tra le parti che si avvicinano).

Fare meglio è fare in modo differente, far germogliare idee ed emozioni per cambiare il mondo.

Vogliamo mettere in comunicazione tra loro le differenze attraverso l’incontro delle persone: con i loro corpi, le diversità e i punti in comune. Intendiamo mettere in discussione la cultura dominante disvelandone il carattere ingannevole, perché tanti soggetti (nell’arte come nelle scienze e in tutti i campi del sapere) sono stati occultati a beneficio dei protagonisti maschili eterosessuali che solo apparentemente hanno fatto la Storia – una storia falsa se cancella più della metà della popolazione.

Crediamo che attraversare gli spazi pubblici, con le nostre storie ed esistenze, sia anche scompigliare le regole secondo le quali le diverse identità devono stare separate, non parlare tra loro per non correre il rischio di modificarsi vicendevolmente.

Fare meglio è una scommessa che si gioca negli spazi condivisi, attraverso il teatro e l’intrattenimento, la formazione e la convivialità, per abbattere i muri dei pregiudizi e delle chiusure: cominciando da quelle che abbiamo dentro di noi.Genova Better than this è un mese e più di eventi, dove torneranno la ColorataCena, la Parata del Liguria Pride e, per la prima volta, il Liguria Pride Village: nove giorni per un grande festival dei diritti, con appuntamenti ludici e culturali dentro una cornice urbana rivoluzionaria per la sua semplicità: noi siamo Genova, noi siamo comunità, cittadinanza e umanità.